Le linee guida sono state aggiornate alla luce delle nuove conoscenze scientifiche, con l’ausilio tecnico-scientifico Istituto_Superiore_di_sanita dell’Istituto Superiore di Sanità e di figure istituzionali esperte del settore. Il nuovo testo guida della Conferenza Stato-Regioni, oltre a fornire una definizione chiara ed esaustiva della legionellosi,  riporta una lunga disamina dei fattori di rischio, delle modalità di trasmissione, dei luoghi, della frequenza della malattia, del trattamento sanitario e clinico che alle patologie viene riservato.
Ampio spazio viene poi riservato alla progettazione, realizzazione e manutenzione degli impianti sanitari, aeraulici, di raffreddamento, con particolare riferimento alle prese d’aria e ai sistemi filtranti, principali responsabili della trasmissione del virus.

Periodicità della valutazione del rischio.
La valutazione del rischio nelle strutture sanitarie deve essere revisionata almeno con periodicità annuale e documentata formalmente.

Campionamento.
I reparti che ospitano pazienti profondamente immunocompromessilegionella (trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche, trapianto di organo solido) devono avere impianti privi di Legionella.
In questi reparti deve essere eseguito un campionamento ambientale almeno trimestrale per controllare l’assenza di colonizzazione con Legionella. Per gli altri reparti si raccomanda una ricerca attiva di Legionella almeno ogni sei mesi. Il protocollo operativo per effettuare il campionamento è descritto nell’Allegato 3.

Per ciascun impianto di acqua calda sanitaria devono essere effettuati almeno i seguenti prelievi:
mandata (oppure dal rubinetto più vicino al serbatoio/i
ricircolo
fondo serbatoio/i
almeno 3 punti rappresentativi (ovvero i più lontani nella distribuzione idrica e i più freddi)
Per strutture con numero di posti letto superiore a 150, considerare almeno un punto di prelievo aggiuntivo ogni 100 posti letto in più.

Per ciascun impianto di acqua fredda devono essere effettuati almeno i seguenti prelievi:
fondo serbatoio/i
almeno 2 in punti rappresentativi (ovvero il più lontano nella distribuzione idrica ed il più caldo).

Lista di controllo per il sopralluogo di valutazione del rischio legionellosi.
La presente lista di controllo è redatta al fine di mettere a disposizione, dell‟Organo di Controllo Pubblico, uno strumento di supporto per redigere una sintetica valutazione del rischio legionellosi, in occasione di controlli nei quali si debba verificare la valutazione del rischio legionellosi della struttura oggetto delle attività ispettive. (Allegato 12)

Scarica il file completo delle Linee Guida

 

logo_dmox

DM-OX Srl

Via Bergamo 20/22 - 26022 Castelverde (CR)


Sig. Jacopo Pagliarini


cell.  +39 338 3292743
email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
url.  www.dm-ox.com


ACCEDI ALLA SCHEDA AZIENDALE

Dai nostri associati

More Articles